La storia dei gelatieri Bortolot inizia nel lontano 1896.
Da un piccolo paese nel cuore delle Dolomiti,
Zoppè di Cadore, il nonno Celeste emigra,
con i fratelli Vittorio e Angelo, a Vienna,
dove inizia l'attività con un carrettino a mano.


Il nipote Fausto inizia, invece, come apprendista
a Rimini nel 1955. Un anno dopo decide anche lui
di emigrare a nord, precisamente a Witten Ruhr.


Con la moglie Rita e i fratelli, apre la sua prima
gelateria a Selb, dove esercita l'attività fino al 1969.



Per rimanere più vicino ai tre figli che frequentano la
scuola in Italia, ritorna in patria e si stabilisce a Fano,
sulla riviera adriatica, dove apre la "Casa del gelato".



Vince il concorso "Coppa d'oro" alla M.I.G. Mostra
Internazionale del Gelato di Longarone
con il gelato alla nocciola.



Anche il figlio Stefano inizia l'apprendistato in gelateria,
seguito, due anni dopo, dal fratello Dario.



Fausto decide di ritornare in Germania
e rileva l'attività del cugino Antonio Bortolot,
presente a Cochem dal 1960.


Dario si diploma "Speiseeishersteller"
(produttore di gelato) a Francoforte sul Meno.


Fausto viene insignito del titolo di "Cavaliere
della Repubblica Italiana"
per i meriti acquisiti
nel campo del lavoro e della sua professione.


Stefano è consigliere UNITEIS
(Unione dei gelatieri italiani in Germania).


Fausto è presidente UNITEIS
(Unione dei gelatieri italiani in Germania).



Presidente ARTGLACE
(Confederazione Europea delle
Associazioni dei gelatieri artigiani).
Fa anche parte dell'Accademia della Gelateria Italiana
e dei Maestri della Gelateria Italiana.


L'attenzione dei media

L'attenzione dei media tedeschi (articoli su Stern
30/1993
e stampa locale, servizi su Arte
e Tv regionali, sulla ZDF nel programma
"VolleKanne" e "Femshegarten",

la partecipazione attiva alla "giornata europea del
gelato artigianale"
in programma al parlamento
europeo, 2009-2011-2012 Strasburgo, 2010 Bruxelles),

la segnalazione sul sito zehn.de, che ci colloca fra le
10 gelaterie in Germania più ricche di tradizione,

i vari riconoscimenti a livello internazionale,
non fanno che confermare e rafforzare
l'immagine di qualità che il Gelato Artigianale
Italiano della famiglia Bortolot
ha saputo conquistare
in più di 100 anni di storia.